Deghe dimandas

9 marzo 2010

Scopri l’autore…

Filed under: contributi liberi — deghedimandas @ 18:30
Tags: , ,

La lettura dei quotidiani nazionali e regionali non può che far emergere una notizia di apertura: la decisione della Segreteria Regionale del PD di varare un decreto “interpretativo” per lo Statuto Nazionale del PD e la decisione del Segretario Regionale Silvio Lai di firmarlo subito.

E abbiamo sentimenti controversi. Da una parte l’arroganza della Segreteria Regionale del PD che forza le regole un’altra volta, come mai è stato nemmeno pensato di fare, dall’altra il Segretario Regionale Silvio Lai che decide di firmare.

E non possiamo non ammettere che questa decisione ci mette tutti in difficoltà. La Segreteria Regionale del PD è in grave difficoltà per arrivare a forzare in questo modo la campagna elettorale e la mano del Segreterio Regionale del PD ma la situazione non che mettere a disagio anche il Pd che dovrà vedersela anche con una posizione meno vincolata e “istituzionale” degli altri partiti della coalizione del centro sinistra.

Come Pd non possiamo che dare un giudizio di estrema gravita nell’approvazione “interpretativo” e restrittivo per lo Statuto Nazionale del PD che richiama in maniera quanto mai attuale la necessità di un appellarci alla Costituzione, al suo bilanciamento dei poteri, alle sue colonne regolatrici, come ieri hanno richiamato autorevoli esponenti politici nel ricordo di Enrico Berlinguer a 20 anni dalla sua scomparsa. Ma il nostro compito è attuare comportamenti quanto più lontani dal Pdl anche nella costruzione delle prossime amministrative, garantendo la massima partecipazione dei nostri elettori alle nostre scelte e alle nostre liste. Servono veri e propri cantieri di democrazia, aperti nei nostri circoli, che preparino con un dibattito attento e partecipato il nostro lavoro in vista delle amministrative.

Serve un passo diverso che dobbiamo chiedere a noi stessi prima di tutto e alla pubblica opinione, perché giudichi quanto sia in pericolo il sistema democratico nel suo insieme quando viene vulnerato in questo modo. Il disastro della Segreteria Regionale del PD nella presentazione delle liste dimostra comunque difficoltà e divisioni interne. L’ho già detto in Segreteria Regionale questo giovedì: ciò che sta avvenendo nel Paese in questi ultimi giorni è un fatto importante. Indica debolezze e fragilità di una Segreteria Regionale del PD che è passata indenne da situazioni scabrose e politicamente rilevanti, dimostrando una capacità di insabbiare la realtà dei fatti mostruosa.

Ciò che sta avvenendo è merito della maggioranza ma sta a noi avere la prontezza di riflessi di coglierla. Ci segnala che la compattezza granitica può essere messa in difficoltà di fronte alla pubblica opinione e alla libera stampa, che le divisioni interne e la prospettiva divide i leader di quel partito e che l’azione del Pd deve creare condizioni per valorizzarle senza andare a giocare solo di rimessa.”

Per scoprire l’autore un aiuto su questo link può leggere l’articolo originale.

Pur avendo sostituito un paio di soggetti, il testo continua ad avere una sua coerenza: questo mi ha fatto paura e per questo ho scelto di pubblicarlo, perchè non credo che questo modo di fare, due pesi e due misure in situazioni simili, sia condivisibile.

Quindi, in conclusione, credo che sarebbe meglio evitare la ricerca di pagliuzze altrui, quando ci sono travi da sistemare in casa.

Saludos a totus,

Marino Sedda

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.